Vitigni , Terreno e Clima Ideale

I vigneti sono situati nella zona pia­neggiante del territorio sanminiatese, dislo­cati in diverse frazioni. Piantati su terreni complessi a medio impasto limo-sabbioso con una forte presenza di fossili marini e argille. La vicinanza al corso del fiume Arno permette di godere di un microclima mite e ventilato. Questa valle è un corridoio natu­rale fra il mare e i rilievi montuosi, dove le correnti mitigano le estati calde e favorisco­no le escursioni termiche.

Il territorio sanminiatese è famoso nel mondo per le sue dolci colline che custodi­scono il prezioso tartufo bianco. La tutela dell’ambiente, dei boschi e delle terre rega­la a questa zona un vero e proprio tesoro. In queste terre coltiviamo diverse varietà, il Trebbiano Toscano primo tra tutti è il vitigno su cui abbiamo puntato.

Nei vecchi vigneti aziendali sono stati selezionati diversi cloni di Trebbiano e riportati anche nei nuovi impianti. Allevati con potatura a Guyot sviluppano forza e vigoria. Il  Canaiolo, tra i vitigni a bacca  rossa presente e diffuso in tutta la Toscana, storicamente utilizzato insieme al Sangiovese e alla Malvasia nel Chianti , nei nostri spumanti è vinificato in purezza.

La Cantina

La cantina è stata ristrutturata nel 2007 per garantire una maggiore funzionalità del processo produttivo e renderla perfettamente adatta sia per le vinificazioni in bianco che per le vinificazioni in rosso,  scegliendo di mantenere le tradizionali vasche di cemento vetrificate e dotate di sistemi  di controllo delle temperature.

Metodo di Produzione e Vinificazione

Gli spumanti Cupelli sono prodotti con uve selezionate e raccolte interamente a mano. La selezione delle uve è fondamentale per garantire un vino di qualità e noi scegliamo soltanto quelle perfettamente sane già durante la vendemmia che solitamente avviene nel mese di Agosto.
La pressatura soffice permette di non alterare la fragranza del mosto mantenendo integri buccia e vinacciolo. La fermentazione alcolica avviene in tini di cemento ad una temperatura di circa 18° C costantemente sotto controllo in modo da mantenere l’aroma e la freschezza naturale del frutto. Il mosto viene diviso secondo la spremitura, partendo dal mosto fiore si costituiscono le cuvè migliori ed ogni vigneto viene vinificato separatamente per poi essere assemblato al momento dell’imbottigliamento per la presa di spuma. La seconda fermentazione avviene in bottiglia e le maturazioni sui lieviti variano da 18 a 60 mesi più due mesi di affinamento dopo la sboccatura. Le bottiglie maturano e riposano al riparo dalla luce ad una temperatura costante che permette al vino di arricchirsi naturalmente e senza fretta.

Si è mantenuto un legame importante col passato e con la tradizione continuando la produzione del Vin Santo Toscano in ricordo di Amelio.